Puoi farlo in un rinomato ospedale tedesco con Linguedo

Corso di tedesco gratuito
 
Storie di successo
All'inizio pensavo "Si tratta dell’ennesima bufala”. Ma sin dal primo colloquio, ho capito che avevo a che fare con un team molto professionale. Mi hanno anche sostenuto quando ho deciso di partire per alcuni mesi in Germania come “au pair” e migliorare così il mio livello di tedesco! .”
Valeria Rosi di Mauro, Monaco
“Un'organizzazione coi fiocchi, composta da giovani competenti, affidabili, simpatici, che ti seguono in tutto e per tutto! Nell'arco di sei mesi o poco più ho passato la certificazione di tedesco B2, grazie anche al loro insegnamento. Affidatevi a loro e non ve ne pentirete!” 
Francesca Longhi, Monaco
“Consiglio vivamente Linguedo a chi, come me, vuole trasferirsi in Germania. Troverete un team che vi accompagnerà passo passo verso la realizzazione dei vostri obiettivi. Sicuramente il percorso per l‘apprendimento della lingua richiede costanza e impegno, ma nulla che non si possa affrontare con la buona volontà e la determinazione. A corso concluso posso dire che non avrei potuto fare scelta migliore. Buona fortuna! „Toi,toi,toi!”"
Valentina Pisconti, Augusta
“Ci tenevo a ringraziarvi tutti: dalla parte organizzativa con il colloquio a Roma e il viaggio verso Monaco, alle insegnanti (tutte bravissime, pazienti, gentili, super). Mi sono sentita, durante questi mesi, presa per mano e accompagnata verso l'esame. Certamente ho messo anche molto impegno, e la motivazione era forte. Ma gli obbiettivi si raggiungono in squadra e io mi sono sentita parte di una squadra. Quindi per me, continuate il vostro lavoro, perché lo fate bene! Grazie!” 
Anna Maria Grifantini, Agatharied

Linguedo © 2019. All rights reserved.

Vuoi crescere come infermiere e lavorare in un ambiente dinamico?

Perché candidarsi?

Cosa dicono di noi i nostri infermieri

Varie città, ospedali e reparti
 
Contratto a tempo indeterminato
 
Alloggio per il primo periodo
 
...e tanti altri vantaggi come (in media) uno stipendio più alto del 28% rispetto all’Italia, possibilità di una specializzazione finanziata dall’ospedale, riconoscimento del titolo di studio, supporto in tutte le fasi, assicurazione sanitaria etc.